JonOne tra Graffiti ed Astrattismi. Non si ferma e dopo Milano approda a Roma a Palazzo Velli

immagine per JonOne

Di John Andrew Perello, classe 1963, nato ad Harlem da genitori Domenicani ma formatosi a Parigi nel 1987, oggi conosciamo l’identità, a lungo celata dietro un nikneme che ha tappezzato le città con la sua guerriglia di segni e disegni coloratissimi, colati, schizzati, contaminati.

Venuto allo scoperto, dunque, JonOne jonone.com è ormai una star nel suo genere, quello della produzione visiva cosiddetta Street, legata al mondo dei graffiti e più largamente all’arte nel suo complesso, tanto è vero che i suoi lavori sono stati esposti in istituzioni dominant come la Fondation Cartier e il Grand Palais di Parigi.

L’impegno sociopolitico resistenziale dei padri e di qualche nonno ha lasciato il posto, oggi, per molti e per John Andrew ugualmente, a collaborazioni fashion: con brand internazionali, ad esempio, come i mainstream Lacoste, Perrier, Air France e Guerlain. Nulla di male: la qualità visiva espressa da JonOne è e resta di grande potenza espressiva e forza comunicativa.

La sua produzione cita e mescola graffiti, calligrafismo con radici piuttosto articolate, Action Painting di marca americana – molto gestuale, quasi selvaggia – e più calibrato Espressionismo Astratto. Il tutto è poi filtrato attraverso la sua personale sensibilità e un gusto per l’improvvisazione che sembra caratterizzare la sua pittura.
Questo interessante melting pot dà corpo a una poetica che si è sviiluppata sulla strada e sui treni ma via via si è modificata attraverso quelle metamorfosi endemiche in un giovane cresciuto in un contesto anni Ottanta che nei casi migliori è riuscito a cavalcare, ma non facendosi dominare e travolgere, dall’edonismo reaganiano di quel decennio.

Ora, con 20 opere inedite di grande formato appositamente realizzate per l’occasione, inaugura una sua nuova personale: il 17 marzo per la prima volta a Roma con “Niente può fermarmi”, curata da Giuseppe Pizzuto per la galleria Wunderkammern, che dopo aver portato l’artista nella propra sede di Milano nel 2016, per questa iniziativa ha scelto il bellissimo e prestigioso di Palazzo Velli, nel cuore di Trastevere, a Piazza Sant’Egidio 10, Roma

La mostra è in corso fino al 14 aprile.

www.palazzovelliexpo.it
Wunderkammern Gallery: www.wunderkammern.net

Testo di Barbara Martusciello // Immagini di repertorio
  • Commenti ( 0 )

  • Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

TORNA SU

Questo sito utilizza cookie anche di profilazione. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi