Paolo Icaro vola facendo respirare lo spazio. All’interno dell’esterno dell’interno…

immagine per Paolo Icaro

In occasione della chiusura della sua mostra, Paolo Icaro (Torino, 1936) torna a Roma, nel cuore di Trastevere, alla Fondazione VOLUME! dove ha creato un’installazione che anima lo spazio tramite teli di polietilene minimali ed efficacemente predisposti.

Porta quindi a compimento questo suo lavoro includendo anche il pavimento dello stesso VOLUME! nella procedura che trasforma l’opera e il contesto in cui essa è allocata e in dialogo con le dimensioni dell’estensione del luogo. Includendo in ciò anche il tempo.

La ricerca dell’artista “delle “geometrie e delle gabbie” si è sviluppata in modo singolare, radicata nella sperimentazione tra gli anni Sessanta e Settanta: Arte Povera, Concettuale e Process Art.

All’interno di questa operatività Icaro ha rinnovato la scultura come linguaggio incentrato sulla misurazione, sull’analisi e sulla verifica del concetto di tensione e di energia (non solo della materia).

Sul processo che è alla base e realizza l’opera – tridimensionale, soprattutto – e sul rapporto profondo, originario, non omologato. quasi intimo e sacrale con lo spazio.

Paolo Icaro. Respiro… all’interno dell’esterno dell’interno…

a cura di Claudia Gioia
12 ottobre – 9 dicembre 2017
Fondazione VOLUME!
via san Francesco di Sales 86/88, Roma
www.fondazionevolume.com

Testo di Barbara Martusciello // Video di Guido Laudani
  • Commenti ( 0 )

  • Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

TORNA SU